Separazione della rete Telecom Italia: presentato il piano a Calenda

 

Telecom Italia (Tim)  fa una mossa ulteriore verso la separazione della rete, con la presentazione del piano al ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, sostenendo il corso delle azioni. Sono partiti i cantieri per far nascere una nuova società con gli asset di rete di Tim, che sarà controllata al 100% dalla stessa Tim, aprendo le porte a nuovi sviluppi che potrebbero creare valore per il gruppo e accelerare gli investimenti per l'infrastruttura in fibra ottica del Paese. "Si tratta di una svolta epocale dopo che da 20 anni si parla della necessità di arrivare alla separazione e a una gestione paritetica per tutti gli operatori dell'accesso alla rete. Il nostro feedback è molto positivo, poi anche con l'AgCom dovremo valutare il dettaglio dell'operazione", ha detto il ministro Calenda al termine dell'incontro. L'AD Tim Amos Genish ha aggiunto che "a questo stadio la società (della rete) sarà interamente controllata da Tim e avrà una governance che sarà il punto più avanzato per la parità di accesso". Ha poi confermato che il piano verrà discusso dal cda il 6 marzo, due giorni dopo le elezioni. La mossa che sarà discussa dal cda del 6 marzo apre anche la strada alla possibile nascita di una società delle reti, che unisca i network dei diversi operatori, inclusa Tim e Open Fiber, Sulla possibile quotazione in borsa, già auspicata dallo stesso Calenda, Tim non si è ancora espressa e, secondo alcune fonti sentite a fine gennaio, l'attuale piano non prende in considerazione questa ipotesi.

Al termine dell'incontro, il ministro ha espresso un parere molto favorevole sul progetto che il board di TIM dovrebbe approvare il prossimo 6 marzo, insieme al business plan. I tempi per realizzare questo passaggio dovrebbero però essere abbastanza lunghi: secondo il Sole 24Ore, TIM inizialmente dovrebbe notificare le sue intenzioni all'Agcom che, dopo un'analisi, dovrebbe dare il via libera ufficiale entro giugno/luglio 2018; da quel momento ci vorranno 6-12 mesi per realizzare la separazione.